Archivi tag: giacomo leopardi

Giacomo Leopardi, “A se stesso” nell’Anniversario della nascita

            XXVIII – A SE STESSO   Or poserai per sempre, Stanco mio cor. Perì l’inganno estremo, Ch’eterno io mi credei. Perì. Ben sento, In noi di cari inganni, Non che la speme, il desiderio è spento. Posa per … Continua a leggere

Pubblicato in Poesia | Contrassegnato , , , , , , , , | Lascia un commento

“Il tramonto della luna” di Giacomo Leopardi nell’Anniversario della morte

  IL TRAMONTO DELLA LUNA Quale in notte solinga, Sovra campagne inargentate ed acque, Là ‘ve zefiro aleggia, E mille vaghi aspetti E ingannevoli obbietti Fingon l’ombre lontane Infra l’onde tranquille E rami e siepi e collinette e ville; Giunta … Continua a leggere

Pubblicato in Poesia | Contrassegnato , , , , , , , | Lascia un commento

Giacomo Leopardi. Anniversario della nascita. “Le ricordanze”

  LE RICORDANZE Vaghe stelle dell’Orsa, io non credea Tornare ancor per uso a contemplarvi Sul paterno giardino scintillanti, E ragionar con voi dalle finestre Di questo albergo ove abitai fanciullo, E delle gioie mie vidi la fine. Quante immagini … Continua a leggere

Pubblicato in Poesia | Contrassegnato , , , , , , , , , | Lascia un commento

Giacomo Leopardi. Anniversario della morte

    L’INFINITO . Sempre caro mi fu quest’ermo colle, E questa siepe, che da tanta parte Dell’ultimo orizzonte il guardo esclude. Ma sedendo e mirando, interminati Spazi di là da quella, e sovrumani Silenzi, e profondissima quiete Io nel … Continua a leggere

Pubblicato in Poesia, Ricordo di un personaggio | Contrassegnato , , , , , | 2 commenti

“Alla sua donna” di Giacomo Leopardi

Alla sua donna Cara beltà che amore Lunge m’inspiri o nascondendo il viso, Fuor se nel sonno il core Ombra diva mi scuoti, O ne’ campi ove splenda Più vago il giorno e di natura il riso; Forse tu l’innocente … Continua a leggere

Pubblicato in Poesia | Contrassegnato , , , , , , , | Lascia un commento

“Il tramonto della luna” di Giacomo Leopardi

Quale in notte solinga, Sovra campagne inargentate ed acque, Là ‘ve zefiro aleggia, E mille vaghi aspetti E ingannevoli obbietti Fingon l’ombre lontane Infra l’onde tranquille E rami e siepi e collinette e ville; Giunta al confin del cielo, Dietro … Continua a leggere

Pubblicato in Poesia | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

Il dolce naufragio

IL DOLCE NAUFRAGIO .  e ‘l naufragar m’è dolce in questo mare                         Giacomo Leopardi  . Se vedi un’ombra che trascorre ignota tra gente ignara indifferente, quella son io ch’esule vivo quasi in un limbo buio di gioia senza dolore, … Continua a leggere

Pubblicato in Poesia | Contrassegnato , , , , , , , , , | Lascia un commento