Archivi tag: Giorgina Busca Gernetti

“Il poeta esule” di Giorgina Busca Gernetti dal libro “Echi e sussurri”, sezione “Seduzioni”, Polistampa, collana “Sagittaria” Firenze 2015

  IL POETA ESULE . Solo e pensoso sulla rena d’oro il mare viola contempla il poeta nell’ora del tramonto. Scabre s’ergono aguzze le scogliere non lungi dalla riva, rubescenti di calda luce che ancora le sfiora. . Nel mormorio … Continua a leggere

Pubblicato in Poesia | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

“Le parole del vento” di Giorgina Busca Gernetti, da “Echi e sussurri”, sezione “Seduzioni”, Polistampa, collana “Sagittaria”, Firenze 2015

  LE PAROLE DEL VENTO . Geme la voce orribile del vento dal tono acuto come d’ululato di lupo sulla vetta d’alto monte fitto d’alberi e fronde e sterpi secchi, suoni diversi e voci che rimbombano. . Or si placa … Continua a leggere

Pubblicato in Poesia | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

” Albero” di Salvatore Quasimodo

  ALBERO . Da te un’ombra si scioglie che pare morta la mia se pure al moto oscilla o rompe fresca acqua azzurrina in riva all’Anapo, a cui torno stasera che mi spinse marzo lunare già d’erbe ricco e d’ali. … Continua a leggere

Pubblicato in Poesia | Contrassegnato , , , , , , | Lascia un commento

“Anima mia” di Giorgina Busca Gernetti dal libro “Echi e sussurri”, sezione “Fiori della notte”, Polistampa, “Sagittaria”, Firenze 2015

  ANIMA MIA   Anima mia dolente, che vuoi, che cerchi ansiosa nei giorni che la sorte ti prefigge? . L’Infinito vorresti, non l’esiguo e misurato spazio, non l’effimero tempo del tuo esistere. Un carcere la vita se tu brami … Continua a leggere

Pubblicato in Poesia | Contrassegnato , , , , , , , , | 2 commenti

“Poesia” dal libro “Echi e sussurri”, sezione “Alba dell’anima”, Polistampa, “Sagittaria”, Firenze 2015

  POESIA . Amica sacra dei miei giorni amari tu sei, fedele e cara mia compagna di sofferenze, di gioie, d’amore, dell’emozioni che l’animo sfiorano ogni istante del giorno e della notte insonne, da tormenti ottenebrata. . Mi specchio in … Continua a leggere

Pubblicato in Poesia | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

“Perché svegliarmi?” di Giorgina Busca Gernetti da “Echi e sussurri”, sezione “Fiori della notte”, Polistampa, “Sagittaria”, Firenze 2015

PERCHÉ SVEGLIARMI? .              Puorquoi me reveiller              au souffle du printemps?          J.Massenet, Werther . Perché dunque svegliarmi al dolce soffio della primavera pregno d’aromi rosa, azzurri, viola; al primo brivido d’autunno rosso di foglie d’acero vive sui … Continua a leggere

Pubblicato in Poesia | Contrassegnato , , , , , , , , | Lascia un commento

“Odi et amo” di Gaio Valerio Catullo

  Odi et amo. Quare id faciam fortasse requiris. Nescio, sed fieri sentio et excrucior * Caius Valerius Catullus Veronensis, Liber, carmen LXXXV      

Pubblicato in Poesia | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

“Ieri” di Giorgina Busca Gernetti, dal libro “Echi e sussurri”, sezione “Fiori della notte”, Polistampa, “Sagittaria”, Firenze 2015

  IERI La stretta del tuo braccio sulla mia spalla che forse tremava calore e protezione infondeva in una fragile foglia travolta dalla furia impetuosa del vento che rapina.   Ma sfumato è quel giorno. Fuoco fatuo per te forse … Continua a leggere

Pubblicato in Poesia | Contrassegnato , , , , , , , | Lascia un commento

“La sua tomba” di Giorgina Busca Gernetti da “Echi e sussurri”, sezione “Fiori della notte”, Polistampa, collana “Sagittaria”, Firenze 2015

  LA SUA TOMBA . Ho dato poesia agli uomini Cesare Pavese . Scorza rugosa la pietra tombale dell’uomo sofferente ed incompreso. Un’atra solitudine patita e voluta con carattere schivo fu il suo sigillo, il perenne tormento, ma rompere la … Continua a leggere

Pubblicato in Poesia | Contrassegnato , , , , , , , , , , | Lascia un commento

“Pagina mia” di Giorgina Busca Gernetti, dal libro “Echi e sussurri”, sezione “Fiori della notte”, Polistampa, “Sagittaria”, Firenze 2015

  PAGINA MIA Oggi rispondo al tuo fioco richiamo, pagina mia da tanto trascurata, da troppi giorni d’insana apatia che nel sopore l’animo sommerge, ottuso, sordo alle voci più amate, all’emozioni che vive s’affollano dinanzi a una muraglia invalicabile. . … Continua a leggere

Pubblicato in Poesia | Contrassegnato , , , , , , , , | Lascia un commento