Archivi tag: salvatore quasimodo

“Al padre” di Salvatore Quasimodo

Dove sull’acque viola era Messina, tra fili spezzati e macerie tu vai lungo binari e scambi col tuo berretto di gallo isolano. Il terremoto ribolle da due giorni, è dicembre d’uragani e mare avvelenato. Le nostre notti cadono nei carri … Continua a leggere

Pubblicato in Poesia | Contrassegnato , , , , , , , , , | Lascia un commento

“Lettera alla madre” di Salvatore Quasimodo

LETTERA ALLA MADRE «Mater dolcissima, ora scendono le nebbie, il Naviglio urta confusamente sulle dighe, gli alberi si gonfiano d’acqua, bruciano di neve; non sono triste nel Nord: non sono in pace con me, ma non aspetto perdono da nessuno, … Continua a leggere

Pubblicato in Poesia | Contrassegnato , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

“Dove morti stanno ad occhi aperti” di Salvatore Quasimodo

          Seguiremo case silenziose, dove morti stanno ad occhi aperti e bambini già adulti nel riso che li attrista, e fronde battono a vetri taciti a mezzo delle notti.   Avremo voci di morti anche noi, … Continua a leggere

Pubblicato in Poesia | Contrassegnato , , , , , , , , , , | 1 commento

“Estate” di Salvatore Quasimodo

ESTATE Cicale, sorelle, nel sole con voi mi nascondo nel folto dei pioppi e aspetto le stelle. Salvatore Quasimodo  

Pubblicato in Poesia | Contrassegnato , , , , , , , | Lascia un commento

“Ride la gazza, nera sugli aranci” di Salvatore Quasimodo

RIDE LA GAZZA, NERA SUGLI ARANCI . Forse è un segno vero della vita: intorno a me fanciulli con leggeri moti del capo danzano in un gioco di cadenze e di voci lungo il prato della chiesa. Pietà della sera, … Continua a leggere

Pubblicato in Poesia | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

“Ora che sale il giorno” di Salvatore Quasimodo

ORA CHE SALE IL GIORNO . Finita è la notte e la luna si scioglie lenta nel sereno, tramonta nei canali. È così vivo settembre in questa terra di pianura, i prati sono verdi come nelle valli del sud a … Continua a leggere

Pubblicato in Poesia | Contrassegnato , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Salvatore Quasimodo. Anniversario della nascita

Ognuno sta solo sul cuor della terra trafitto da un raggio di sole: ed è subito sera. *

Pubblicato in Poesia | Contrassegnato , , , , , , | Lascia un commento

“Il vento di Tindari”

IL VENTO DI TINDARI a Salvatore Quasimodo Alito lieve di vento increspa l’onda turchina che Tindari mite contempla dall’alto del colle. L’acqua scolpisce in labili forme danzanti flessuose nell’aria; le adorna di candida trina. Giuoca scherzoso con il mare il … Continua a leggere

Pubblicato in Poesia | Contrassegnato , , , , , , , , , , | Lascia un commento

“Autunno” di Salvatore Quasimodo

Autunno mansueto, io mi posseggo e piego alle tue acque a bermi il cielo, fuga soave d’alberi e d’abissi. . Aspra pena del nascere mi trova a te congiunto; e in te mi schianto e risano: . povera cosa caduta … Continua a leggere

Pubblicato in Poesia | Contrassegnato , , , | 1 commento

Il vento di Tindari

IL VENTO DI TINDARI               a Salvatore Quasimodo   Alito lieve di vento increspa l’onda turchina che Tindari mite contempla dall’alto del colle. L’acqua scolpisce in labili forme danzanti flessuose nell’aria; le adorna di candida trina. Giuoca scherzoso con il mare … Continua a leggere

Pubblicato in Poesia | Contrassegnato , , , , , , , , | Lascia un commento